Spaventa, il silenzio.
Costringe all’ascolto molto più delle parole, del rumore, dei suoni.
Un ascolto intimo e personale,
dove l’essenziale invade ogni spazio cancellando l’inutile.
E’ ingombrante, il silenzio.
Ci rivela i pensieri taciuti e rinnegati
portandoci altrove,
lontano.


Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Questo sito non utilizza Cookie di profilazione commerciale.